You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español

Vacanze in Friuli Venezia Giulia

Vacanze in Friuli Venezia Giulia

Dal golfo di Trieste alle cime Dolomitiche passando per le città d’arte, i borghi di montagna e le spiagge di Lignano Sabbiadoro. In Friuli Venezia Giulia non manca nulla e sarà la destinazione perfetta per le vostre prossime vacanze!

Mentre preparate la valigia vi consigliamo le tappe per uno splendido viaggio in Friuli.

Da Trieste a Lignano Sabbiadoro

Una vacanza nel Golfo di Trieste è un’esperienza che non si dimentica. Mare, sport, natura e arte vi accompagneranno alla scoperta di questo territorio.

Iniziate visitando Trieste, città dall’anima mitteleuropea e mediterranea. Godetevi l’elegante centro, non perdete il Museo della Risiera di San Sabba, che nel 1943 divenne lager nazista, e raggiungete il romantico Castello di Miramare circondato da un meraviglioso parco affacciato sul golfo.

Se siete amanti del vino, vi consigliamo di seguire la "Strada del vino del Terrano". La strada, percorribile nei due sensi, è lunga 18,5 km e parte da Zolla (Col) nel comune di Monrupino, per arrivare a Villa Opicina, frazione di Trieste.

Lungo questo itinerario si trovano le varie trattorie che aderiscono al progetto, contrassegnate con un’apposita tabella rappresentante un grappolo stilizzato. Qui, oltre al Terrano, si possono gustare varie pietanze carsiche, tra le quali fanno bella figura molti altri prodotti tipici della zona, come l’Olio del Carso, il vino Vitovska, i formaggi Tabor e Monte Re, il prosciutto crudo, tagliato a mano e quello cotto, sempre tagliato a mano e servito con senape e cren.

Castello di DuinoLungo la costa triestina potrete praticare tanti sport, come kitesurf, windsurf, canoa, vela e snorkeling. Se amate la natura e le passeggiate, il posto giusto per voi è la Riserva Naturale delle Falesie di Duino con le bianche rocce a picco sul mare. Potete raggiungerla seguendo il sentiero panoramico intitolato al poeta Rainer Maria Rilke. Per stare a contatto con il mare scegliete il lungomare della Barcola o andate al bagno comunale “El pedocin”, qui un muro separa ancora la spiaggia femminile da quella maschile.

Restando sulla costa, verso ovest incontriamo la Laguna di Grado, dove si affaccia Grado, l’isola del sole. La cittadina conserva il fascino del borgo di pescatori e la pittoresca eleganza di calli e campielli dal gusto veneziano. Percorrendo il lungo e suggestivo ponte Matteotti, che collega Grado alla terraferma, scoprirete un centro ricco di cultura e l’incanto della laguna, godrete di 3 chilometri di spiagge, passeggerete sul romantico lungomare e potrete provare le terme marine!

La Laguna di Grado confina con la Laguna di Marano, quest’ultima, protetta dal mare da una serie di isolette, può essere visitata partendo dal borgo di Marano Lagunare. Da qui, in barca, attraversando la tipica vegetazione palustre raggiungerete anche i curiosi Casoni, le antiche capanne dei pescatori nella Riserva naturale Foci dello Stella. Visiterete un territorio unico caratterizzato da natura incontaminata che gradualmente si trasforma passando dalla terra al mare.

La Laguna di Marano è chiusa a ovest da Lignano Sabbiadoro, rinomata località balneare famosa per le lunghe spiagge attrezzate e amata da chi preferisce il relax e le comodità.

Città d’arte

Le città d'arte del Friuli Venezia Giulia ci raccontano la storia d'Europa e ci avvolgono nella bellezza. Facciamo tappa ad Aquileia, Cividale del Friuli, Palmanova e Udine.

Aquileia è uno scrigno di arte e storia tanto da meritare l'iscrizione tra i Patrimoni dell'Umanità. La cittadina in provincia di Udine è stata una delle città più importanti dell'Impero Romano e successivamente un’influente città cristiana per tutto il Medioevo. Tra i tesori che Aquileia ha conservato ci sono le rovine romane, i mosaici del IV secolo e la Basilica Patriarcale.

Basilica Patriarcale, Aquileia

Come Aquileia, anche Palmanova è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità. La curiosa città-fortezza disegnata dai Veneziani nel 1593, è famosa per la pianta a forma di stella, le porte monumentali e le tre cerchie di fortificazioni costruite tra il XVI e il XIX secolo. Al centro della città stellata c'è Piazza Grande, uno spazio esagonale su cui si affacciano i principali edifici civili e religiosi.

Udine è considerata la capitale storica del Friuli, mostra l'eleganza veneziana ed è la città di Giambattista Tièpolo, uno dei principali pittori del Settecento. Il fascino veneziano si respira a piazza Matteotti, considerata "la più bella piazza veneziana sulla terraferma", mentre le opere rococò del Tièpolo potrete ammirarle nelle Gallerie del Tiepolo, nel Duomo di Udine e nella chiesa della Purità.

Dalle atmosfere veneziane di Udine a quelle longobarde di Cividale del Friuli, città fondata da Giulio Cesare con il nome di Forum Iulii, da cui deriva il nome Friuli. La città conserva molte testimonianze longobarde inserite tra i Patrimoni dell’Umanità. Il centro e i monumenti possono essere visitati a piedi, non perdete il Tempietto Longobardo, la più importante architettura longobarda in Italia, e attraversate il Ponte del Diavolo, simbolo del borgo.

Sulle cime del Friuli Venezia Giulia

Una vacanza in Friuli Venezia Giulia deve prevedere una tappa in montagna tra le guglie delle Dolomiti e nelle Alpi Carniche.

Il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane si estende nelle province di Pordenone e di Udine, ed è caratterizzata dall'assenza di centri abitati e strade asfaltate. Si tratta di un'area selvaggia perfetta per gli amanti dell'escursionismo, del trekking e dell'alpinismo. Il luogo simbolo del parco è il Campanile di Valmontanaja, imponente torrione di roccia alto 300 metri. Stupiscono le impronte fossili di dinosauro a Casavento e i libri di San Daniele, un curioso fenomeno erosivo che ha trasformato le rocce sul Monte Borgà in libri pietrificati.

Sauris di Sotto

Se ai lunghi sentieri montani preferite i borghi storici le vostre destinazioni di montagna possono essere i borghi della Carnia, località che custodiscono la naturale bellezza di questa antica parte del Friuli. Le valli della Carnia possono essere scoperte partendo da piccoli borghi che vi permetteranno di conoscere la vita autentica di queste montagne. Tra località più interessanti ci sono: Sutrio, il borgo famoso per la lavorazione del legno, Sauris, rinomato per il prosciutto tipico e Forni di Sopra, definita la perla delle Alpi.

Le Grotte Verdi di Pradis

Chi è appassionato di speleologia non può mancare una visita alle Grotte verdi di Pradis, il cui nome è dovuto all’incantevole color verde smeraldo che ne illumina le pareti.