Where do you want to go?
Guests and rooms
...
EN | Cambia lingua Wish list find properties near you
Regions Tourist sites Points of interest Deals Last Minute
B&B Day
first weekend of march
The Barter Week
the third week of November
B&B Card
get a minimum 5% discount
Specials Points of interest B&B Europe
FAQ and contacts Disclaimer, Cookie Policy, Privacy
Italiano English Français Deutsch Español

Strutture ricettive a confronto: il successo dei Bed&Breakfast

di Caterina de Bellis
ENAP - Ente Addestramento Professionale
Agenzia di Taranto
Corso di Formazione "Hospitality Manager"

Tesi a cura di: Caterina de Bellis
2013/2014

1.2 - Dati ISTAT 2013-2014: la diffusione dei B&B

Secondo quanto rilevato dall'Istituto Nazionale di Statistica, sarebbero circa 25mila i B&B attivi in Italia nel 2013.
Il prodotto "letto e colazione" non sembra intaccato dalla crisi, anzi, la formula economica e di qualità attira sempre più turisti, dà lavoro a circa 40mila persone e crea un fatturato di annuo di circa 200 milioni di euro.

Qualche dato sul fenomeno:

  • Il 60% dei Bed&Breakfast risulta gestito da personale femminile;
  • Il 49% dei titolari di strutture ricettive extralberghiere di questo tipo ha età compresa tra 46 e 56 anni, ed il 34% 31-45 anni;
  • Il 52% dei proprietari di B&B possiede un diploma di scuola superiore o titoli d'istruzione universitaria;
  • Il maggior numero dei B&B italiani è al Nord (44%), seguono quelli nel Centro Italia (29%) ed infine quelli a Sud (14%);
  • Il 24% degli ospiti proviene da Paesi esteri;
  • La maggioranza degli ospiti è molto giovane (il 61% ha età compresa tra 25 e 40 anni);
  • I turisti da B&B sono soprattutto leisure, famiglie, coppie o piccoli gruppi di amici;

Tra le motivazioni, raccolte statisticamente, che spingono i turisti a scegliere i B&B vi è l'apprezzamento per l'accoglienza, il rapporto qualità/prezzo, la collocazione della struttura e la qualità della colazione. Il successo delle strutture ricettive extralberghiere è dato anche dall'aumento progressivo dei servizi offerti, fatto questo che crea sempre più competizione e problemi con gli albergatori che lamentano una concorrenza sleale, aggravata dal regime fiscale agevolato che lo Stato riconosce a B&B ed agriturismi.

Il punto di forza dei B&B risiede nella personalità - non ve ne sarà mai uno uguale ad un altro - che riflette il carattere del proprietario e la cultura del luogo.

Dal punto di vista imprenditoriale, decidere di mettere a disposizione una o più camere della propria abitazione ai visitatori è un eccellente modo per garantirsi guadagni extra. Tuttavia la possibilità di adibire l'intera abitazione a struttura ricettiva (fissando la propria residenza a pochi metri dal B&B) ha fatto sì che i gestori cominciassero a pensare sempre più in grande, ampliando l'offerta di servizi per i propri visitatori ed incrementando esponenzialmente i propri potenziali guadagni.

Si sono andate così realizzando strutture che - partendo dall'idea di aprire le porte di casa ai visitatori - sono concretamente in grado di competere, per professionalità e servizi, con gli alberghi.