You are viewing the website in Italian. Switch to English.
...
Home Blog Magazine Turismo Umbria Jazz 2007

Umbria Jazz 2007

Pubblicato il
29 Maggio 2007
Categoria
Musica
Nella nota di presentazione di quest’anno si legge che l’edizione 2007 di Umbria Jazz è destinata a rimanere nella storia come una delle edizioni più convintamente dedicate al jazz vero e proprio, quello più ortodosso e amato dai puristi.

PROGRAMMA UMBRIA JAZZ 2007

Da quando nel 1973 fu inaugurata la prima edizione del Festival Umbria Jazz si sono esibiti a Perugia i più grandi artisti del genere. Quest’anno dal 6 al 15 Luglio vanno in scena dieci giorni di note e colori nel suggestivo scenario del capoluogo umbro che ha legato il, proprio nome a questo grande evento. A dividersi il palcoscenico ci saranno stelle di prima grandezza del panorama jazz internazionale. Gli spazi dedicati all’immenso cartellone sono tanti in città. Si comincia da quello principale, l’Arena di Santa Giuliana sul cui palcoscenico si esibiscono gli artisti più noti, ma per tutti i giorni e per tutto il giorno fino a tarda notte altri eventi si svolgono nel Teatro Morlacchi, nell’Oratorio di Santa Cecilia e nella Sala Cannoniera della Rocca Paolina.

Gli eventi gratuiti si svolgono invece in Piazza IV novembre e nei Giardini Carducciani. Totale? 250 eventi ed esibizioni.

Umbria Jazz Festival è diventata una vera e propria idea del rapporto con la musica. Un’idea che, casualmente o intenzionalmente, fa della contraddizione il suo punto di forza. Gli antichi centri storici di una regione verde e quieta vengono sconvolti per dieci giorni dall’esplodere della musica della contemporaneità “Il suono per eccellenza del Nuovo Mondo adottato dal Vecchio. Le pulsioni della modernità che si intrecciano con la pacatezza delle tradizioni.”

Quest’anno Umbria Jazz per ribadire il suo ruolo di eccellenza a livello nazionale della Musica Nera e per approfondire, esplorare e valorizzare il cuore pulsante di quella che può essere, a ragione, considerata la più appropriata colonna sonora del nostro tempo, presenta un palinsesto davvero ricco. Oltre ai Supremi Maestri dal jazz come Sonny Rollins, Ornette Colemann e Keith Jarret si esibiranno la cantante Dionne Warwick, Richard Galliano, Al Jarreau insieme a George Benson e il nuovissimo duo composto dai grandi Path Metheny e Brad Mehldau che recentemente hanno dato alle stampe due pregiati album.

Per quanto riguarda la schiera degli artisti italiani ci saranno Giovanni Allevi (definito dalla critica nazionale e internazionale il “Mozart del 2000” e il grande genio italiano del pianoforte), Enrico Rava, Paolo Fresu, il beniamino di Umbria Jazz, giovanissima rivelazione delle passate edizioni, Francesco Cafiso, Roberto Gatto, Stefano Bollani che presenterà il nuovissimo progetto con i Solisti di Perugia. E ancora gli storici Renato Sellani e Gianni Basso fino ai Funk Off, toscani veraci, che si esibiranno nella parata di mezzogiorno.

Una novità assoluta dell’edizione 2007 di Umbria Jazz è rappresentata dallo spazio “after midnight”, una serie di appuntamenti che si svolgeranno tutte le notti presso il Velvet Fashion Cafè e che nasce dalla volontà dello staff organizzativo di avvicinare ulteriormente il pubblico dei più giovani alle suggestioni, alle contaminazioni, alla storia della Musica Nera.

Ma Umbria Jazz non è solo jazz, il 12 luglio è in programma una “Soul, Funk, r&b Night” con Solomon Burke e Sly The Family Stone. Infine il 15 luglio gran finale con la musica brasiliana di Gilberto Gil e Carlinhos Brown.

Umbria Jazz spende quest’anno il proprio nome a favore di una iniziativa di grande spessore. Con la scritta “Umbria jazz loves New Orleans” verranno messe in vendita duemila felpe esclusive il ricavato delle quali verrà destinato alla ricostruzione e al sostegno di persone particolarmente in difficoltà dopo il passaggio dell’uragano Katrina. Un modo per ribadire il legame che unisce l’Umbria e la città dove è nato il jazz e che ha portato, ogni anno, dal 1973, la sua storia, la cultura e, soprattutto una dimensione profondamente umana della musica, quella che tutti possono ascoltare e amare per la profonda carica comunicativa e per l’immediatezza e che suona così familiare anche alle orecchie dei non specialisti. Un modo attraverso il quale sentire più da vicino il respiro di generazioni di uomini del jazz che hanno soffiato gioia, ansie, dolori, rabbia, melanconia, speranza.

Perché il jazz, è proprio vero, come qualcuno ha scritto: “E’ la musica su cui Dio ballava se solo era negro”.

PROGRAMMA UMBRIA JAZZ 2007

Dove dormire a Perugia

Una vacanza in Bed and Breakfast è il modo più intimo e confortevole per conoscere l'Italia
(Vedi lo Spot Video del B&B) - È possibile che fra gli iscritti al portale www.bed-and-breakfast.it ci siano strutture che non sono dei bed & breakfast puri (affittacamere, locande, agriturismo, case vacanza, affitti turistici, family hotel). Se, infatti, i limiti legislativi del b&b sono chiari, molte persone amano viaggiare in strutture gestite familiarmente anche se queste non possono, legislativamente parlando, fregiarsi del titolo di b&b. Per ogni struttura è indicata la tipologia che, se cliccata, indica esattamente quali sono le sue caratteristiche.
Bed-and-Breakfast.it rispetta lo standard PCI-DSS per i servizi di Prenotazione Alberghiera / Accomodation Reservation - Payment Card Industry Data Security Standard v.3.2, Service Provider Level 2
Realizzazione: Studio Scivoletto - P.Iva 01194800882
L'accesso o l'utilizzo di questo sito è subordinato all'accettazione dei Termini del servizio, Informativa sulla Privacy e Cookie Policy
Inserisci la tua struttura
Scarica la nostra app per smartphone:
Appstore
Google Play