You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti Vicino a me Inserisci la tua struttura
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori
Italiano English Français Deutsch Español

Ai Laghi di Fusine tra boschi di conifere e animali selvatici

Ai Laghi di Fusine tra boschi di conifere e animali selvatici

Ad attirare tanti turisti e visitatori nel territorio del Friuli Venezia Giulia sono i bellissimi Laghi di Fusine che con il loro colore smeraldo brillante ed i meravigliosi boschi di conifere rappresentano una valida alternative alle tipiche destinazioni di vacanza balneare. Ma partiamo innanzitutto dalla loro posizione geografica. Dove si trovano i laghi di Fusine?

Nel Comune di Tarvisio, nell’udinese, poco prima del confine austriaco e sloveno. Si tratta, a detta di locali e turisti, di uno dei luoghi più affascinanti di questa regione dell’Italia settentrionale. D’altronde i laghi di Fusine non sono laghi come gli altri, sono laghi alpini e ciò li rende particolarmente suggestivi grazie alla presenza di boschi di conifere, con abeti rossi, abeti bianchi e faggi, di tanta interessante fauna che comprende uccelli migratori cervi, caprioli e camosci.

I laghi di Fusine sono essenzialmente quattro: Il Lago Superiore, situato a 929 metri slm, il Lago Inferiore, collocato a 924 metri slm e due laghi detti “piccoli” per la loro piccola dimensione. A rendere i laghi di Fusine così conosciuti in tutta Italia, comunque, non è stata solo la loro bellezza e l’incanto che provocano in ogni visitatore che li visita ma è stato soprattutto in seguito alla loro “partecipazione” al film “La ragazza del lago” di Andrea Molaioli del 2007 che sono diventati così “famosi”. Ovviamente anche la loro estensione conta molto in questa fama che sono riusciti a creare: l’area protetta del Parco Naturale del Friuli Venezia Giulia in cui si trovano è di ben 44 ettari!

Programmare una visita sarà sicuramente un’esperienza unica che vi regalerà paesaggi incantevoli e da sogno in una natura rigogliosa ed incontaminata. L’ideale, però, è andarci in primavera oppure in estate perché tra l’autunno e l’inverno la zona dei laghi di Fusine diventa uno dei posti più freddi di tutta la regione Friuli-Venezia Giulia e passeggiare non deve essere molto piacevole. Inoltre, da inizio dicembre fino a marzo sono ghiacciati e non potreste ammirarli in tutto il loro splendore anche se, tutto sommato, i laghi ghiacciati hanno comunque un gran fascino. Per gli appassionati di trekking ed escursioni, in ogni stagione i laghi di Fusine sono la meta di viaggio ideale per camminate più o meno impegnative come quella che conduce fino alla capanna Ponza da cui si può ammirare un panorama eccezionale su tutta la vallata. Insomma, perché non concedervi una giornata ai laghi di Fusine?

Pubblicato il 30 Luglio 2016
Letture: 49391

Dove dormire a Tarvisio