You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español

Obbligo di POS per i B&B da luglio 2020?

Obbligo di POS per i B&B da luglio 2020?

Il POS è un dispositivo tramite il quale è possibile effettuare pagamenti mediante moneta elettronica (carte di credito, di debito o prepagate).

Si tratta di uno strumento ormai entrato di diritto nel nostro quotidiano; oggi, infatti, la maggior parte di noi lo adopera tranquillamente per tutte le tipologie di acquisti, a volte anche quando, trovandoci sprovvisti di moneta, lo adoperiamo per acquisti di piccolissima entità.

Si tratta, infatti, di un terminale - non a caso, infatti, il termine deriva dall'acronimo inglese di “Point of sale”, letteralmente traducibile come "punto di vendita" - grazie al quale è possibile accettare pagamenti tramite carte di credito, prepagate e bancomat.
 

Quando è diventato obbligatorio l'utilizzo di un POS?

L'obbligatorietà dell'uso del POS, in realtà, risale al 2012 con il governo Monti, che la introdusse con il d.l. 179 a partire dal 1 gennaio 2014; dunque, già da diversi anni, tutti i commercianti e i professionisti sono tenuti ad accettare pagamenti con carta.

Ciononostante, la norma non riscontrò il credito dovuto ad una innovazione di tale portata, in quanto fu promulgata priva di alcuna previsione in merito ad eventuali sanzioni previste per i trasgressori.

L'assenza della sanzione ha fatto sì che, in questi anni, la norma non fosse osservata come, invece, doveva essere nelle intenzioni del legislatore, facendo venir meno quello che era il principale obiettivo, vale a dire incrementare l'uso della moneta elettronica per combattere l'evasione fiscale, grazie alla tracciabilità dei pagamenti di beni, servizi e prestazioni professionali per mezzo bancomat, carte di credito o carte ricaricabili.
 

Quali sarebbero dovute essere le sanzioni per il mancato utilizzo del POS?

Nella versione iniziale del Collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2020, invece, erano state introdotte le multe per i commercianti che si rifiutavano di accettare bancomat e carte di credito per il pagamento.

Nello specifico, era stato previsto che la multa fosse composta da due elementi:

  1. Elemento fisso di 30 euro;
  2. Elemento variabile pari al 4% del valore della transazione rifiutata al cliente.

Le sanzioni sarebbero scattate a partire dal 1° luglio 2020.

Nel corso, però, dell'iter di conversione in legge del Collegato fiscale 2020 (DL 124/2019) l'art. 23 di cui sopra, che introduceva le sanzioni, è stato soppresso.

Dunque, tutto resterà immutato: ci sarà sempre l'obbligo di accettazione del pagamento con le carte elettroniche, ma addio sanzioni.
 

Quali sono i vantaggi dell'utilizzo del POS per i B&B?

Ciò non esclude, tuttavia, l'enorme quantità di vantaggi che l'utilizzo del POS apporta alle strutture ricettive, a cominciare dalla facilità con cui l'utente finale può garantire la prenotazione: il cliente, infatti, preferisce, in genere, confermare la prenotazione attraverso l'utilizzo della carta di credito.

L'utilizzo del POS - nel caso specifico del Virtual Pos di Bed-and-Breakfast.it - gli permette di inserire i dati su una piattaforma sicura ed all'uopo destinata, evitando, tra l'altro, al gestore di richiedere tali dati per telefono o per email, con tutti i rischi derivanti da tale pratica nonché tutti gli obblighi ad essa correlati e riguardanti le regole di privacy e di sicurezza cui è obbligato quando prende in chiaro i dati di carta di credito per telefono o per email.

Nello stesso tempo, la prenotazione attraverso il POS costituisce una garanzia anche per il gestore in caso di cancellazione o no-show da parte del cliente, consentendogli la possibilità di incassare direttamente la penale prevista.

Questa modalità, tra l'altro, facilita e velocizza il processo di scelta e prenotazione della struttura, in quanto elimina lo scoglio sul quale spesso si arenano le prenotazioni on line: la necessità di effettuare un bonifico a conferma della prenotazione. Tale richiesta, infatti, molto spesso mette i potenziali clienti nella condizione di dover rinunciare alla prenotazione.

La possibilità di utilizzo del POS, inoltre, permette al viaggiatore straniero che voglia fermarsi nella struttura per un periodo di tempo un po' più lungo, di effettuare la prenotazione ed infine pagare il soggiorno senza dover maneggiare ingenti ed ingombranti quantità di denaro liquido, dandogli così modo di gestire la sua vacanza in maniera più easy.

Non dimentichiamo, inoltre, che i costi previsti per ogni transazione effettuata tramite il Virtual Pos di Bed-and-Breakfast.it è pari all'1,95% fisso, anche per le operazioni effettuate tramite American Express o carte internazionali che sono quelle per le quali - notoriamente - è previsto un costo fisso più elevato.

È pertanto essenziale dotarsi del nostro Virtual Pos, proprio al fine di offrire ai propri utenti - o potenziali tali - un servizio in linea con le esigenze e le necessità di una società sempre più “connessa”.
 

[Approfondimento: Quali POS scegliere in B&B?]
[Approfondimento: Accettare pagamenti con carta di credito in B&B]