You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Home Mondo B&B I B&B e Pinterest

I B&B e Pinterest

Di Cinzia Di Martino | Il B&B e i Social Network
I B&B e Pinterest

Dei canali social è ancora oggi il più bistrattato, soprattutto dai Brand, ma Pinterest continua da anni ad attirare nuovi utenti e produrre centinaia di milioni di ricerche ogni giorno. Altro che Google!
La questione di fondo sembra però essere un'altra: cos'è Pinterest? Come si usa? A chi serve? E quali sono le regole da seguire per avere risultati?
Vediamo di fare chiarezza insieme.
 

Pinterest: il social anomalo!

Quando mi chiedono cosa sia Pinterest, mi piace rispondere così: “hai presente gli uffici dell'anagrafe con quegli armadioni pieni di cassettini in cui stanno stipati tutti i cittadini in perfetto ordine alfabetico? Ecco, Pinterest è un discovery channel: è una sorta di archivio ma di immagini che più ti piacciono, ti ispirano, ti fanno sognare.”

Ovviamente questo vuol dire che chi decide di avere un account su Pinterest, deve produrre contenuti visuali, utili e piacevoli da vedere: a differenza di Instagram che si basa su fotografie, Pinterest punta su grafiche (foto con testo) e infografiche (immagini con testo e dati) per attirare l'attenzione degli utenti e stimolare le loro reazioni.

Volendo dare un'occhiata ai numeri di Pinterest diciamo che:

  • ha al suo attivo quasi 300 milioni di utenti
  • l'80% del pubblico iscritto è donna ma la percentuale di uomini aumenta ad ogni quadrimestre
  • l'83% delle donne iscritte utilizzano Pinterest per pianificare e organizzare i momenti più significativi delle loro vite: matrimonio, cerimonie e nascite; ma anche per trovare e lasciarsi ispirare su idee di cucina, viaggi, trattamenti di bellezza e carriera
  • il 70% degli utenti lo utilizza per individuare trend di moda e accessori, località da visitare e viaggi da intraprendere
  • il 50% di chi pianifica e si ispira su Pinterest, acquista prodotti e servizi nell'arco di 6 mesi.

Oltre le statistiche ci sono gli indiscutibili vantaggi dell'uso di Pinterest per le strutture dedite all'hospitality e alla ricettività turistica:

  1. un viaggiatore (straniero) su due, utilizza Pinterest per trovare la meta ideale e organizzare il suo viaggio personalizzato
  2. ad ogni contenuto del tuo sito/blog possono essere collegati tanti contenuti visual su Pinterest
  3. la vita media organica di un pin è di 100 giorni (contro le poche ore degli altri canali social più battuti)
  4. le parole chiavi inserite nei titoli e nelle descrizioni delle immagini condivise su Pinterest sono indicizzate anche da e su Google (è l'unico canale social che può vantare questo tipo di risultato)
  5. è usato soprattutto via mobile, quindi è fondamentale che il vostro sito/blog sia responsive.

Per sfruttare al meglio la presenza su Pinterest serve un sito curato, contenuti aggiornati e grafiche di supporto. A te decidere se usare la modalità fai-da-te o se instaurare una collaborazione con un blogger ed un esperto visual per la corretta gestione del canale, sia dal punto di vista grafico che di fonti di ispirazione e informazione da veicolare. Pinterest di certo può aiutare la tua struttura e il territorio ad essa connesso, aumentando la presenza turistica anche fuori stagione.
 

Profilo Business su Pinterest

Come tutti i social, anche Pinterest è gratuito e prevede la distinzione tra account personale e business. Quest'ultimo ti permette di accedere a statistiche sui contenuti e sui risultati raggiunti, in modo da poter sfruttare al meglio la tua strategia social.

Tra le regole di base, ovviamente, ti invito a:

  • usare il nome della struttura come nome utente
  • utilizzare il logo come immagine di profilo
  • usa come biografia una descrizione dei benefici di una vacanza nella tua struttura
  • specifica e verifica il tuo sito web.

Completate le informazioni di base in modo corretto, la gestione dell'account si sposta sul piano strategico.
 

Come gestire Pinterest in modo strategico

#1. Conosci il tuo target

Prima di individuare i contenuti da pubblicare – sotto forma di articoli/pagine sul tuo sito/blog – e trasformarli in grafiche accattivanti per il pubblico di Pinterest, è necessario definire il tuo pubblico: nell'articolo 'I B&B e Facebook' ti ho elencato una serie di domande che ti aiuteranno a definire il tuo target in modo chiaro, aiutandoti a definire i tuoi obiettivi e le pubblicazioni che ti serviranno per raggiungerli.

Un altro passaggio obbligato è la realizzazione di un brand kit in cui definire i colori, i caratteri e lo stile da utilizzare nei tuoi contenuti visual. A questo punto non ti rimane che impostare qualche modello visual da riutilizzare di volta in volta con dati differenti, in base ai contenuti pubblicati sul tuo sito. L'utilizzo di modelli ti permette da un lato di risparmiare tempo prezioso e dall'altra di essere riconosciuto visivamente a colpo d'occhio tra le tante immagini presenti.
 

#2. Vivi il tuo territorio

Chiunque tu sia, mi auguro che ti renda conto dell'immane fortuna che hai avuto ad avviare la tua attività in Italia: un Paese ricco di storia, tradizioni, bellezze naturali e monumentali, cucina di alto livello, prodotti di prima scelta. E queste sono solo alcune delle cose che gli stranieri ci invidiano.

Le loro aspettative nei confronti del nostro paese sono molto alte, ma sempre pienamente soddisfatte.

Questo è il punto di partenza da tenere a mente per cominciare a produrre contenuti utili: nessuno va in vacanza per stare chiuso in camera!

I tuoi ospiti ti avranno chiesto migliaia di volte cosa visitare, dove poter andare, come poter raggiungere un luogo vicino, quale ristorante scegliere per la cena, quale attività poter fare coi bambini, dove poter fare lunghe passeggiate e chissà cos'altro.

Proprio questi sono gli argomenti che devi cominciare a trattare: parla del tuo territorio e delle sue bellezze, delle strutture, dei passatempi, della storia e delle storie, dei piatti tipici, delle materie prime locali; parla delle aziende artigiane che ti circondano e dei loro prodotti; suggerisci tour da una o più giornate, piatti e ricette adatti ad adulti e bambini; collabora con i tuoi competitor, in modo da trasformare i punti di forza delle vostre attività in punti di forza di tutto il territorio.
 

#3. Sii presente con costanza

Produrre e pubblicare contenuti sempre nuovi è ancora una volta la chiave di tutto. La differenza con gli altri canali social è che per ogni articolo/pagina puoi creare diverse grafiche e darle in pasto a Pinterest e poi stare a guardare per capire quale tipo di approccio è il preferito dal tuo pubblico.

In pratica ogni contenuto visual è una nuova porta di ingresso al tuo sito/blog e per ogni articolo puoi mediamente tirare fuori:

  • una o più citazioni
  • (almeno) un'infografica
  • una checklist
  • un promemoria / una ricetta / un panorama.

Ciò significa che potrai avere almeno cinque contenuti visual diversi che attireranno target diversi ad un unico contenuto: quindi il traffico organico al tuo sito/blog non può che aumentare, insieme alla visibilità del tuo brand e ai possibili contatti.
 

Conclusioni

Su Pinterest avrai da dire molto altro, ma avrei bisogno di troppo tempo e troppo spazio :) Ma se questo social anomalo ha solleticato la tua curiosità e vuoi approfondire un po' di più la sua conoscenza, ti lascio un eBook gratuito che potrà esserti utile per capire meglio come funziona e come usare Pinterest per il tuo Business.

Ti aspetto nei commenti per eventuali dubbi, perplessità o risultati raggiunti. E se pensi che quest'articolo possa essere utile per qualcuno che conosci, condivilo!
 

Potrebbe interessarti anche:


Cinzia Di Martino
Community e web content manager, Formazione su Branding e Social Media, esperta di strategie di web marketing e comunicazione on line. Marketing, psicologia, sociologia, scienza della persuasione, personal branding le sue passioni a disposizione dei suoi clienti.
Una vacanza in Bed and Breakfast è il modo più intimo e confortevole per conoscere l'Italia
(Vedi lo Spot Video del B&B) - È possibile che fra gli iscritti al portale www.bed-and-breakfast.it ci siano strutture che non sono dei bed & breakfast puri (affittacamere, locande, agriturismo, case vacanza, affitti turistici, family hotel). Se, infatti, i limiti legislativi del b&b sono chiari, molte persone amano viaggiare in strutture gestite familiarmente anche se queste non possono, legislativamente parlando, fregiarsi del titolo di b&b. Per ogni struttura è indicata la tipologia che, se cliccata, indica esattamente quali sono le sue caratteristiche.
Bed-and-Breakfast.it rispetta lo standard PCI-DSS per i servizi di Prenotazione Alberghiera / Accomodation Reservation - Payment Card Industry Data Security Standard v.3.2, Service Provider Level 2
Realizzazione: Studio Scivoletto - P.Iva 01194800882
L'accesso o l'utilizzo di questo sito è subordinato all'accettazione dei Termini del servizio, Informativa sulla Privacy e Cookie Policy
Inserisci la tua struttura
Scarica la nostra app per smartphone:
Appstore
Google Play