You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español

Assistenti Virtuali (Siri, Echo, Alexa) e B&B

Assistenti Virtuali (Siri, Echo, Alexa) e B&B

La nuova generazione di utenti elettronici si sta avviando ad interloquire sempre di più con i cosiddetti “assistenti vocali”.

Questi software permettono a chi ne fa uso di interagire, tramite piattaforme basate su algoritmi di intelligenza artificiale, con degli assistenti virtuali; l'interazione avviene attraverso l'utilizzo di comandi vocali, che vengono “riconosciuti” dall'assistente virtuale interpellato.

Storia degli assistenti vocali

I più noti assistenti vocali sono Siri, l'assistente Google, e Alexa, ma il loro precursore, sin dal 1952, fu Audrey (Automatic Digit Recognizer), un dispositivo per il riconoscimento delle singole cifre.

Nel corso degli anni, la tecnologia ha raggiunto livelli molto avanzati, fino ad introdurre ed utilizzare oggi questi sistemi (piattaforme) che sono basati sull'intelligenza artificiale e sul machine learning.
 

In che modo gli assistenti vocali possono migliorare la qualità della vita?

Attraverso queste applicazioni si è migliorata drasticamente l'efficienza del riconoscimento vocale tramite algoritmi speciali che permettono agli assistenti vocali di riconoscere la voce e i dialoghi delle persone.

In pratica sono dei veri e propri assistenti in grado di fornire risposte e soluzioni alle più svariate e disparate esigenze.

Assistenti Virtuali (Siri, Echo, Alexa) e B&B - Foto 1

Infatti, oggi gli assistenti vocali trovano posto non solo all'interno degli smartphone ma anche dei moderni smart speaker come i Google Home o gli Amazon Echo, e le loro funzioni, appunto, si prestano a molteplici utilizzi, sia in campo privato (per esempio è possibile ottenere informazioni, gestire la riproduzione della musica e persino controllare eventuali dispositivi domotici), che aziendale e professionale.
 

Quanti tipi di assistenti vocali esistono?

Ad oggi sono presenti sul mercato svariati modelli di assistenti vocali, i più conosciuti sono:

  • Google Assistant: senza dubbio il miglior assistente vocale Android: è integrato in tutti i dispositivi speaker Google ed è compatibile con ogni dispositivo Android.
     
  • Alexa: è l'assistente virtuale progettato dal colosso dell'e-commerce Amazon ed è uno di quelli più acquistati dagli utenti; si attiva semplicemente pronunciando la parola “Alexa” seguita dalla richiesta o dal comando.
     
  • Apple Siri: disponibile su tutti i dispositivi Apple, ma anche attraverso smart speaker proprio, Apple HomePod, attivabile mediante la keyword “Hey, Siri” seguita dalle richieste dell'utente.
     
  • Microsoft Cortana: supportato da tutti i sistemi operativi Windows 10 per PC, Windows Phone e Xbox One, è attivabile tramite la parola chiave “Hey, Cortana” seguita dalla richiesta.
     

Assistenti vocali e B&B: una rivoluzione a portata di voce

Proprio la versatilità di questi strumenti, soprattutto nel campo della domotica, ha fatto sì che gli addetti ai lavori ritenessero possibile il loro utilizzo anche nel settore turistico, nella fattispecie nelle strutture ricettive, progettando il c.d. virtual concierge.

Anche qui parliamo di un servizio – appositamente sviluppato intorno alle esigenze del singolo host e, quindi, della sua specifica tipologia di utenza - in grado di interagire con il cliente della struttura, “prendendo il posto” dell'host quando questi sia assente od impossibilitato ad intervenire con tempestività per soddisfare l'esigenza del cliente.

Assistenti Virtuali (Siri, Echo, Alexa) e B&B - Foto 2

Immaginiamo un utilizzo dell'assistente vocale Alexa o Google Assistant tramite il quale si possa, ad esempio:

  • fornire informazioni proprio per contattare il proprietario o il gestore;
  • connettersi a Internet utilizzando la password fornita dall'assistente vocale e non “recuperata” da un foglio appeso al muro;
  • indicare al cliente come usare la lavastoviglie e gli altri elettrodomestici, come utilizzare il sistema audio e la TV o l'impianto di climatizzazione ed illuminazione;
  • descrivere le funzionalità di casa intelligente disponibili per gli ospiti;
  • ottenere idee e istruzioni per i pasti da Alexa;
  • avere informazioni per trattare rifiuti e riciclaggio.

Insomma, l'assistente vocale può fare in modo che i clienti di un b&b si sentano veramente in vacanza, senza pensiero alcuno se non quello di rilassarsi.

L'assistente vocale, infatti, può fornire anche importanti informazioni inerenti la storia della residenza e della zona, consigli sui ristoranti limitrofi o ancora informazioni sullo shopping e le attrazioni locali.

In conclusione, una piattaforma dalle infinite possibilità, da personalizzare a seconda del proprio target di utenza, in modo da fornire informazioni importanti agli ospiti anche senza o prima che lo richiedano specificamente, e tale da permettere agli host di ottenere preziosi feedback in tempo reale.