You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español

Il caffè nelle culture del mondo

Il caffè nelle culture del mondo

Espresso, Cappuccino, Caffè americano (o europeo), a ciascun Viaggiatore il suo. Come comportarsi a colazione con gli ospiti di tutto il mondo?

L'espresso italiano, famoso nel mondo

Il caffè è, probabilmente, insieme al tè, la bevanda più consumata al mondo ed accompagna, ad ogni latitudine, i più svariati momenti della giornata: ci alziamo e prendiamo il caffè, che ci dà la carica per “dare inizio alle danze”, a metà mattina facciamo la “pausa caffè”, dopo pranzo il caffè non manca mai e, per gli insonni, mentre la giornata volge al termine, è d'obbligo un bel decaffeinato, largamente diffuso e consumato ovunque.

Il caffè nelle culture del mondo - Foto 1

Ma il caffè, oltre ad essere una bevanda, per noi italiani è il pretesto per incontrare un amico, trattare un affare, staccare la spina e magari passare un po' di tempo lontano dal trambusto quotidiano. Non è raro sentirsi dire: «ci vediamo per un caffè», oppure «ne parliamo davanti ad un caffè» o ancora «passo da te per un caffè». Ebbene, il nostro, quello che si consuma in Italia, è prevalentemente espresso, una volta preparato solamente al bar, oggi anche nelle case private grazie alla larga diffusione delle macchine che utilizzano cialde o capsule.

Espresso perché preparato velocemente, per essere consumato in piedi al bancone del bar: i locali pubblici italiani, infatti, non sono pensati per trascorrervi molto tempo. Non è raro però andare a casa di un'amica che ci aspetta per mettere la “moka sul fuoco”, l'altro modo di preparare il caffè: entrambe utilizzano il procedimento di “percolazione” (passaggio lento di un liquido attraverso una massa porosa) sotto alta pressione di acqua calda.

A Napoli, che ha un legame particolare con la bevanda venuta da lontano, accanto alla moka sta tornando in voga la famosa “cuccumella”, la tradizionale caffettiera partenopea che prepara il caffè facendo passare acqua attraverso la miscela in polvere, ma per caduta, grazie alla forza di gravità. E, sempre a Napoli, è ritornata la tradizione del “caffè sospeso”, pagato ma non consumato, offerto per un eventuale ospite che non se lo può permettere.
 

Il caffè americano

Il caffè, però, non appartiene solo alla cultura italiana, ma a moltissimi altri paesi del mondo dove, pur rimanendo inserito all'interno di un momento di convivialità, si prepara e consuma in modi diversi. Quello più conosciuto è il caffè americano, molto diluito, preparato in genere con un'apposita macchina, ed è una bibita a base di caffeina, contenuta nel tipico bicchiere di carta.

Seppure estremamente diluito rispetto all'espresso italiano che, nonostante le sue varianti (macchiato, corto, lungo, corretto…) rimane sempre ristretto, ha un alto contenuto di caffeina e viene consumato nei tipici coffee shop, intesi come luoghi di lavoro più che di convivialità, sia negli Stati Uniti che in Canada.

Numerose le sue varianti: tra le più note l'Iced Coffee, bevanda a base di caffè con aggiunta di cubetti di ghiaccio, e il Red Eye Coffee, un “bibitone” composto per metà di caffè americano e per metà di caffè espresso.

Il caffè nelle culture del mondo - Foto 2

Caffè e latte: accoppiata perfetta

In Europa, invece, nella gran parte dei casi, il caffè, molto diluito, è accoppiato con il latte (Portogallo, Spagna, Francia, Austria, Germania, Olanda, Finlandia, Svezia), a volte con aggiunta di liquore, soprattutto in alcuni paesi nordici, Irlanda e Norvegia dove, considerato il clima rigido, un po' di alcool che riscaldi non guasta affatto.

È famoso nel mondo l'Irish Coffee, bevanda tipica irlandese, preparata con caffè caldo, whisky nazionale, zucchero di canna e panna addensata.

Ma come si consuma il caffè nel resto del mondo? Che vai in Vietnam o ad Hong Kong, in Colombia o in Argentina, in India o in Thailandia, o in qualsiasi altra parte del mondo, solitamente il caffè, più o meno ristretto (mai come quello del Belpaese) fa coppia con il latte, liquido o condensato che sia.
 

Il caffè speziato: tipico della cultura araba

Solo in alcune zone dell'Africa il caffè è spesso arricchito con spezie, il cardamomo in particolare, a volte anche con pepe nero o noce moscata. La Turchia, dove il caffè si consuma dal 1500, è famosa per il Turk Kahvesi, preparato nell'apposito ibrik: la bevanda è entrata a far parte del Patrimonio immateriale dell'Umanità nel 2013.
 

Il caffè nel nostro bed and breakfast

Il caffè nelle culture del mondo - Foto 3

Ma quale caffè offriremo agli ospiti del nostro bed and breakfast? Chi sceglie un'ospitalità più familiare rispetto a quella di un albergo, certamente opta per una full immersion nella realtà locale e dunque non deve mai mancare a colazione un tipico caffè servito alla maniera italiana: un buon espresso, preparato con una macchina casalinga o, se vogliamo dare un tocco in più e “riscaldare” l'ambiente, una moka che faccia bella mostra di sé nella sala colazione ed attende gli ospiti per essere avviata è il massimo che si possa offrire.

Accanto al caffè troverà posto un bricco con il latte con il quale l'ospite potrà, se lo desidera, “alleggerire” il sapore deciso dell'espresso o all'occorrenza confezionare un bel caffelatte (più arduo preparare in casa uno schiumoso cappuccino che richiede macchine più professionali) nel quale intingere un tipico biscottino locale, il tutto dolcificato come meglio crede: con zucchero bianco, di canna, fruttosio, miele, stevia, dolcificanti ipocalorici.
 

La mise en place

Anche l'occhio vuole la sua parte, si sa, ed una mise en place curata nei minimi dettagli darà un tocco di classe alla colazione: un elegante vassoio, adagiato su una bella tovaglia, sul quale siano già pronte tazzine su piattino corredate da cucchiaino per il caffè o tazze per chi desidera il caffelatte ed un vassoio con bicchieri per acqua (tanti amano bere acqua dopo aver consumato il caffè) non devono mai mancare.

Ed ovviamente, bandito il monouso!