You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español

I B&B in Asia

I B&B in Asia

La definizione di B&B nei paesi asiatici; quanti ce ne sono, cosa si deve fare per aprirne uno. Panoramica generale sul B&B in Asia. Notizie e curiosità.

Affascinati dall'Oriente, un click soltanto vi separa dal vostro biglietto di sola andata per l'Asia? Se l'idea di business che avete già in mente è quella di aprire un bed and breakfast, sappiate che, attualmente in Asia molti governi promuovono, anche in modo aggressivo, l'“industria senza camini”. Il turismo viene considerato un potenziale mezzo per lo sviluppo socioeconomico e la rigenerazione, in particolare delle aree rurali, colpite dal declino delle attività agricole. Zone che sono considerate il deposito di vecchi stili di vita e culture che rispondono alla ricerca di autenticità postmoderna dei turisti.

Formule micro-ricettive capillarmente più diffuse come un B&B possono quindi avere un impatto positivo specialmente nelle piccole comunità, dove è limitata la presenza di hotel o altre tipologie di ospitalità più strutturate. Il potenziale della formula del bed and breakfast è alto anche nelle grandi aree metropolitane, dove la rapida crescita urbana ha fatto esplodere la domanda di alloggi in generale, nonché di quelli alternativi alle grandi catene alberghiere, sia per i turisti stranieri a caccia di esperienze più immersive che per i viaggiatori domestici o i lavoratori fuorisede attenti al budget.

In Cina, i vari tipi di B&B o "case commerciali", emerse negli anni '90 con lo sviluppo del turismo domestico sotto forma di "hotel per famiglie rurali", costituiscono oggi una grande opportunità per la crescita dell'imprenditorialità nell'area continentale, dove, attualmente, un mercato importante è rappresentato dai turisti provenienti da Hong Kong. Diventato quindi uno dei denominatori comuni della politica economica nei paesi orientali, l'incoraggiamento del turismo “familiare” si concretizza in una ghiotta occasione in cui avventurarsi, stranieri inclusi. I B&B attraggono infatti rimpatriati o immigrati che vi investono le proprie risorse.

I B&B in Asia - Foto 1

Da dove partire? Certamente da una approfondita documentazione. La sconfinata Asia è un “supercontinente” con zone climatiche agli antipodi e una varietà di culture, lingue, religioni e forme di governo che vanno studiate d'anticipo. Soprattutto se poi si vuole offrire almeno un degno assaggio ai propri futuri ospiti/clienti di questa arricchente diversità. Meglio, allora, se la decisione finale sulla meta prescelta sarà preceduta da un viaggio di ricognizione che consenta di accertarsi che si tratti del posto giusto in cui si desidera ripartire per una nuova avventura, di vita e di business. In alternativa, ma anche in aggiunta, risulteranno fondamentali dei fidati agganci di persone già inserite nel contesto sociale ed economico del paese individuato.

Imprescindibile poi la dimestichezza, se non con la lingua locale, almeno con un buon inglese passepartout. Puntata una destinazione, occorre informarsi e attrezzarsi tramite ambasciate o consolati circa tempistiche e modalità per il rilascio dei visti d'ingresso e i successivi rinnovi dei permessi di soggiorno. Non da ultimo, bisogna prepararsi sulle possibilità per uno straniero di fare affari all'estero. Non in tutti gli stati asiatici, ad esempio, a un immigrato è consentito possedere terreni: la gestione di una struttura ricettiva sarà quindi vincolata alla firma di un contratto di locazione.

La formula del bed and breakfast spesso in Asia fa rima con “homestay”, strutture con nomi personalizzati dove la parola “casa” si ritrova in tutte le salse. Si va da alloggi in famiglia che vantano un ambiente più ricercato come un resort boutique con cottage o villa, piscina a disposizione, una reception e una hall con personale. Passando per soluzioni intermedie fino ad alloggi più modesti con servizi molto easy.

Per cominciare bisognerà rivolgersi all'ufficio territoriale di competenza per raccogliere le informazioni e la documentazione necessarie per registrare l'attività e ottenere la relativa licenza. I regolamenti e le leggi variano considerevolmente tra giurisdizioni. Non mancano le complessità burocratiche. Le norme più comuni, proprio come in Italia, riguardano il rispetto di determinati requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari e di sicurezza. Va poi tenuto presente che in molti paesi orientali i governi promuovono anche con dei programmi ed incentivi ad hoc l'apertura di bed and breakfast, riservandoli però a famiglie autoctone.

In India, il Ministero dl Turismo ha deciso di favorire con un piano specifico il modello del B&B, attirando i proprietari di case che dispongono di camere che possono essere utilizzate come alloggio turistico nell'ottica di promozione dell'ospitalità indiana. Qui, la tradizione della “famiglia allargata” comporta che, una volta che le donne lasciano la casa paterna per raggiungere quella del marito, le camere dell'abitazione originaria risultano praticamente inutilizzate. Ecco allora che il bed and breakfast si presenta come un'ottima soluzione per mettere a reddito e trasformare in risorsa un eventuale problema.

La peculiarità dell'Oriente è anche quella di rappresentare, in un mondo ormai globalizzato, l'esotico, il diverso. Ecco allora che gli stessi termini internazionali, come B&B, qui lasciano il posto alla lingua e alle peculiarità locali.

I B&B in Asia - Foto 2

In Giappone, Minshuku è il termine che identifica un tradizionale bed and breakfast a conduzione familiare ricavato in una parte della casa dei proprietari. Poche camere con tatami per la pavimentazione e letti futon. Cena e colazione sono in stile “casalingo”, servite in una sala comune. Spesso vi è la possibilità di fare un bagno in stile giapponese, in spazi condivisi con altri ospiti. Diverso invece il Ryokan, una locanda tradizionale giapponese caratterizzata da un servizio al cliente di alta qualità, dove assaporare pietanze molto ricercate. Altra cosa ancora sono i Minpaku, residenze private affittate dai proprietari come alloggi a breve termine e solo recentemente normati dal governo per rispondere al loro proliferare tramite il web. A differenza dai primi due esempi, si tratta di interi alloggi affittati al cliente finale che spesso non entra nemmeno in contatto con il proprietario, che non deve occuparsi di servire pasti o altri servizi in loco.