You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español

Quante camere in B&B?

Quante camere in B&B?

Indagine sul numero di camere e numero di ospiti concessi dalle leggi regionali che normano i B&B.

Negli ultimi anni gli immobili hanno acquistato un valore produttivo sempre maggiore. Possedere una seconda casa è divenuto un espediente imprenditoriale, una concreta possibilità di fare business.

Trasformare il proprio appartamento da un ambiente chiuso e abbandonato a se stesso, in attesa che un figlio lo abiti, a una location referenziata nel campo dell’accoglienza alberghiera si è rivelata essere pratica semplice e diffusa. Molto si è dovuto ad un cambiamento della mentalità nostrana e ad una nuova flessibilità tipicamente d’oltreoceano. È sufficiente pensare che se nel 2005 i Bed & Breakfast verificati sul territorio nazionale erano meno di 10.300 oggi, a quattordici anni di distanza, questi sono triplicati raggiungendo quota 35.000.
 

Bed & Breakfast e l’importanza delle normative

Se quindi anche tu hai la giusta intraprendenza per avviare un’attività nelle locazioni turistiche e il coraggio di convertire l’immobile di cui sei proprietario in un Bed & Breakfast, devi prima di tutto informarti sulle norme che regolano il settore e verificare che tu sia in condizione di rispettarle.

Quando si opera nel campo dell’accoglienza è infatti fondamentale preoccuparsi della sicurezza dello persone che lo abiteranno motivo per cui sono state emanate leggi che prevedono un tetto massimo di posti e camere disponibili per ogni struttura. Vediamo quindi le principali linee guida.
 

Cos’è un Bed & Breakfast?

Stando a quanto definito nel 2011 dal Codice del turismo sono da intendersi per Bed and Breakfast: quelle strutture ricettive a conduzione ed organizzazione familiare, gestite da privati in forma non imprenditoriale, che forniscono alloggio e prima colazione utilizzando parti della stessa unità immobiliare purché funzionalmente collegate e con spazi familiari condivisi. Diversa è la definizione di affittacamere che fa riferimento a: strutture ricettive composte da camere ubicate in più appartamenti ammobiliati nello stesso stabile, nei quali sono forniti alloggio ed eventualmente servizi complementari. Viene quindi da sé dedurre che i B&B avranno capienza assai minore.
 

Disposizioni e Leggi Regionali

Difatti in linea generale i Bed & Breakfast, se non gestiti in forma imprenditoriale, possono avvalersi di 3 camere, al contrario degli affittacamere che possono orientativamente offrire sino a 6 camere disposte su un massimo di due appartamenti. Resa chiara questa prima distinzione è da sottolineare che tali termini variano da Regione a Regione a seconda della legge di riferimento emanata.

[ Approfondimento: Le Leggi Regionali sul B&B in Italia ]
 

Numero di camere & Numero di ospiti

Andando nel dettaglio vedremo che le regioni più permissive sono la Toscana la quale, attenendosi all'art. 56 della LR 86/2016, interpreta i bed and breakfast come quelle strutture ricettive composte da non più di 6 camere con una capacità non superiore a 12 posti letto, e il Piemonte che stando alla legge regionale 3 agosto 2017, n. 13, prevede anch'essa, qualora il B&B sia gestito in forma imprenditoriale, un massimo di 6 camere per un massimo di 12 ospiti (rispettivamente 3 e 6 se il B&B è gestito come attività occasionale). Ovviamente garantendo oltre al soggiorno anche i servizi minimi e la prima colazione.

Stesse garanzie ma diverse disposizioni per l’Umbria che, stando al regolamento regionale del 13 settembre 2018, n. 8, prevede un numero massimo di 5 camere a struttura ricettiva per un totale consentito di 10 ospiti qualora l'attività si svolga in forma imprenditoriale, mentre un numero massimo di 3 camere e 6 posti letto in caso di attività occasionale.

La maggior parte delle regioni settentrionali quali Liguria, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Emilia Romagna assieme a solo due regioni del meridione intendono invece il B&B come struttura dotata di massimo 4 camere ma hanno differenti direttive riguardo il numero di ospiti consentiti:

Stesso discorso per la maggior parte delle regioni del Sud Italia che assieme al Trentino (LR 135/2001) e al Veneto (LR 11/2013) riservano un massimo di 3 locali all’attività pur non concordando comunque sul numero di ospiti consentiti:

Vuoi aprire un B&B ma non sai quali passi seguire? Clicca qui per scoprirlo!