You are viewing the website in Italian. Switch to English.
...
Home Mondo B&B La TV in tutte le camere del B&B?

La TV in tutte le camere del B&B?

Di Linda Marzocchini | B&B e Burocrazia
La TV in tutte le camere del B&B?

Installare un televisore in ogni camera del proprio B&B può sembrare una scelta obbligata per soddisfare i propri clienti, addirittura determinante al fine di riuscire ad avere un numero alto di prenotazioni. In pochi infatti oggi sono disposti a rinunciare al piacere di vedersi un telegiornale tra una doccia e la colazione, o ad addormentarsi con la propria serie televisiva preferita o un filmetto che concili il sonno.

Ma avere un televisore per camera impone costi piuttosto alti di gestione, dal momento che obbliga il B&B al pagamento del canone speciale Rai maggiorato (oltre al canone Rai già previsto per il o i televisori a disposizione della famiglia, negli ambienti adibiti ad abitazione privata), una somma che però può essere risparmiata, soprattutto in considerazione del fatto che ormai la maggior parte degli utenti predilige piattaforme come Sky e Netflix per poter vedere ciò che si vuole quando si vuole, senza limiti di orario e calendario.

Per il canone Rai speciale infatti i B&B sono ormai equiparati ad altri esercizi pubblici e classificati, in base al numero di camere per gli ospiti, in una delle due categorie E o D previste per alberghi, pensioni e attività di ricezione turistica: per questo sono tenuti a pagare un canone diverso, che nella maggior parte dei casi, si aggiunge a quello ordinario e che può variare dai 200 ai 400 euro circa.

Le multe per il mancato pagamento o per autodichiarazioni false vanno dai 200 ai 600 euro e quindi è consigliabile fare un'attenta valutazione della propria struttura per non incorrere in sanzioni che potrebbero vanificare il guadagno del B&B, soprattutto quando appena avviato e quindi non ancora a regime, perciò con un numero ancora limitato di clienti che arrivano saltuariamente, senza continuità.

[Approfondimento: Il B&B e il Canone Rai]

Poiché le deduzioni fiscali sono ridotte e non sempre attuabili, e poiché anche quando lo sono, prevedono tempi tutt'altro che celeri, la scelta economicamente più vantaggiosa e immediata è quella di installare in ogni camera un computer al posto del televisore.

La Rai prevede infatti che l'abbonamento non sia dovuto per i computer privi di sintonizzatore. Ciò significa che se i computer permettono l'ascolto e la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale digitale terrestre o satellitare non sono assoggettabili a canone (note Min. Sviluppo Economico del 22 febbraio 2012 e del 20 aprile 2016).

Quindi anche nei casi in cui si siano avuti televisori a disposizione degli ospiti si può decidere di cambiare e a quel punto sarà sufficiente fare una comunicazione ufficiale alla sede Rai competente per territorio con una raccomandata con ricevuta di ritorno. Si dovrà quindi dichiarare la disdetta dell'abbonamento speciale, specificando la destinazione del televisore dismesso (per esempio ritiro da parte dell'azienda locale per la gestione dei rifiuti o consegna al rivenditore da cui si sono acquistati i computer, dove sia possibile questa opzione). Secondo l'art. 10 del regio decreto legislativo 21/02/1938, n. 246, la comunicazione deve essere inviata entro il 30 giugno dell'anno in corso per l'annullamento del canone a decorrere dal 1° luglio, altrimenti si può optare per una seconda scadenza: il 31 dicembre per l'annullamento del canone a partire dal 1° gennaio dell'anno successivo.

Il risparmio non avverrà tanto sulle spese per l'apparecchiatura, poiché ormai i costi di televisori e computer, mediamente si equiparano, se non consideriamo prestazioni altamente professionali che in questo caso non sono necessarie. Diciamo che un televisore medio oggi può costare intorno ai 150 euro: con la stessa cifra si può trovare un computer che soddisfi le esigenze dei propri ospiti. Quindi il risparmio avverrà sul mancato pagamento, legale, del canone speciale Rai. Resteranno da pagare eventuali abbonamenti come ad esempio per Netflix, per cui sono previste diverse somme e diverse soluzioni di pagamento in modo da costruire un pacchetto quanto più vicino possibile alle proprie esigenze.

Non solo: con i computer è possibile offrire ai propri clienti ulteriori servizi come la navigazione wi-fi e quindi tutto ciò che in rete è accessibile: videogiochi, musica, posta elettronica ecc… Inoltre si possono gestire anche le proprie risorse come ad esempio foto e video che si realizzano in vacanza, possibilità sempre più diffusamente apprezzata.

La scelta di un computer risulterà quindi non solo un risparmio in termini di taglio di spese per il B&B, ma una proposta accattivante che potrebbe risultare determinante in fase di prenotazione da parte degli ospiti, che potrebbero scegliere la vostra struttura al posto di una vicina proprio in virtù del fatto che offriate qualcosa di diverso dagli altri.

Una vacanza in Bed and Breakfast è il modo più intimo e confortevole per conoscere l'Italia
(Vedi lo Spot Video del B&B) - È possibile che fra gli iscritti al portale www.bed-and-breakfast.it ci siano strutture che non sono dei bed & breakfast puri (affittacamere, locande, agriturismo, case vacanza, affitti turistici, family hotel). Se, infatti, i limiti legislativi del b&b sono chiari, molte persone amano viaggiare in strutture gestite familiarmente anche se queste non possono, legislativamente parlando, fregiarsi del titolo di b&b. Per ogni struttura è indicata la tipologia che, se cliccata, indica esattamente quali sono le sue caratteristiche.
Bed-and-Breakfast.it rispetta lo standard PCI-DSS per i servizi di Prenotazione Alberghiera / Accomodation Reservation - Payment Card Industry Data Security Standard v.3.2, Service Provider Level 2
Realizzazione: Studio Scivoletto - P.Iva 01194800882
L'accesso o l'utilizzo di questo sito è subordinato all'accettazione dei Termini del servizio, Informativa sulla Privacy e Cookie Policy
Inserisci la tua struttura
Scarica la nostra app per smartphone:
Appstore
Google Play