You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti Vicino a me Inserisci la tua struttura
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori
Italiano English Français Deutsch Español

Roma sulle tracce della Dolce Vita: itinerario lungo il sogno italiano degli anni '50

Roma sulle tracce della Dolce Vita: itinerario lungo il sogno italiano degli anni '50

In questo articolo vogliamo proporvi un itinerario diverso dal solito a metà strada tra storia, letteratura e cinema che ripercorre i luoghi cult della Dolce Vita e vi permetterà di riprovare le sensazioni magiche delle famose notti romane tornando indietro nella Roma di qualche decennio fa.

Siamo al centro della capitale e l’itinerario, da percorrere rigorosamente a piedi, meglio se di sera, si sviluppa in un arco di tempo di circa 3 ore. L’ideale punto di partenza è Porta Pinciana. Da qui, una volta attraversate le arcate aureliane, ci si ritrova in Largo Federico Fellini, il nostro caro regista, sceneggiatore e scrittore, considerato uno dei maggiori registi della storia del cinema. Qui non possiamo che proseguire lungo la via simbolo della Dolce Vita, Via Vittorio Veneto, dove in quegli anni si riunivano vip ed intellettuali per discutere e passeggiare. Oppure per prendere un caffè.

Sempre qui sorgono alberghi di alta classe, boutique eleganti e gli storici Caffè, al tempo, sedevano lo stesso Fellini, Mastroianni o Pasolini. Terminata la passeggiata lungo Via Vittorio Veneto, si raggiunge Piazza Barberini, il cui simbolo è la Fontana del Tritone, una tra le opere più importanti di Gian Lorenzo Bernini che rappresenta il Dio delle acque Nettuno ed è stata realizzata sotto il pontificato di Urbano VIII Barberini. Da qui si prosegue ora per Via delle Quattro Fontane da cui in pochi minuti si può raggiungere uno dei sette colli e godere di un meraviglioso scenario di Roma by night. Riscendendo da Via della Dataria, ci ritroviamo rapidamente davanti alla più famosa e alla più grande fontana di Roma, la Fontana di Trevi che non può che riportarci all’immagine dell’incantevole Anita Ekberg che si immerge nel suo lungo vestito nero seguita da Marcello Mastroianni. Non dimenticate di lanciare una monetina e dirigetevi verso Piazza di Pietra per ammirare ciò che resta del Tempio realizzato in onore dell’Imperatore Adriano.

Da qui il passo verso l’imponente Pantheon creato dai romani per gli Dei dell’Olimpo è breve mentre, visibile, in alto, si vede la maestosa Basilica di Santa Maria Sopra Minerva e l’Obelisco di Bernini. Ancora qualche minuto di cammino e potrete ritrovarvi in Piazza Navona.

Si tratta di una delle più celebri piazze di Roma, emblema della Roma Barocca. Fermatevi ad osservarla qualche secondo e, poi, proseguite verso Via dei Condotti. È qui che ha luogo la Dolce Vita in versione moderna perché sono qui gli Atelier di alta moda dei più famosi stilisti italiani. Ma l’itinerario non può dirsi concluso senza Piazza di Spagna, nucleo pulsante del turismo romano. Qui tra la Fontana della Barcaccia ancora opera di Bernini e l’incantevole Scalinata, si conclude il nostro itinerario della Roma che fu.

Pubblicato il 20 Agosto 2016
Letture: 14000

Dove dormire a Roma