Where do you want to go?
Guests and rooms
...
EN | Cambia lingua Wish list find properties near you
Regions Tourist sites Points of interest Deals Last Minute
B&B Day
first weekend of march
The Barter Week
the third week of November
B&B Card
get a minimum 5% discount
Specials Points of interest B&B Europe
FAQ and contacts Disclaimer, Cookie Policy, Privacy
Italiano English Français Deutsch Español

Agriturismo e Bed & Breakfast, due realtà a confronto in Abruzzo e Molise

di Annagrazia Recinelli
Università degli Studi del Molise
Dipartimento di Bioscienze e Territorio - Sede di Termoli
Corso di Laurea in Scienze Turistiche
Prova finale in Statistica per il Turismo
Relatrice: Prof.ssa Rosa Maria Lipsi
Anno accademico: 2014-2015

3.3 - Le caratteristiche strutturali del Bed & Breakfast e relativa domanda turistica

Collocazione territoriale

In base al rapporto Bed & Breakfast eseguito da www.bed-and-breakfast.it, con riferimento al sondaggio effettuato nel 2014, la voce “altro”, che comprende le città di medie dimensione e i grandi centri urbani, è stata per il 35,58% quella con una maggiore offerta di Bed & Breakfast, come mostrato nella Figura 10. A differenze degli alloggi agrituristici che per loro natura sono prettamente situati in zone rurali.

Nonostante, sia stata la voce “altro” a riscuotere una maggiore diffusione di B&B, anche nelle zone di campagna, il soggiorno in B&B è stato offerto da circa il 21,35% degli esercizi. L’offerta di B&B, oltre che nelle voce “altro” e nelle zone di campagna, è stata praticata anche nelle località balneari per il 17,41% e nei paesini per il 16,20%.

Il confronto dei dati, rispetto al rapporto B&B effettuato nel 2007, ha visto crescere fortemente l’offerta nelle zone situate vicino i laghi di quasi il 70% e nelle zone di montagna seppur di un numero di esercizi meno elevato pari al 24,5%.

Il gestore

La figura del gestore occupata nello svolgimento dell’attività di un B&B nel 2014, per il 60% degli esercizi è rappresentata dalle donne.

Il sesso femminile, è prevalentemente preferito nella gestione dei B&B, per l’accoglienza degli ospiti nella propria abitazione e per la cura dell’ambiente familiare.

Se si osserva il fenomeno rispetto al primo anno d’analisi, sono sempre di più le donne che decidono di dedicarsi allo svolgimento dell’attività ( +5%) e sempre meno gli uomini a capo della gestione (- 13%).

Il flusso turistico

Negli esercizi che hanno svolto un’attività di B&B nel 2014, più della metà di arrivi e presenze è stato effettuato da parte di turisti nazionali anziché stranieri. Nei B&B, sia gli ospiti italiani che stranieri hanno soggiornato in media circa 3 giorni e hanno scelto di soggiornare in un B&B soprattutto per i viaggi di breve durata.

Il flusso turistico nei B&B nel 2014, nonostante sia stato caratterizzato da un numero prevalente di arrivi e presenze effettuati dai turisti nazionali, rispetto al 2011, ha visto crescere anche il flusso turistico dei turisti stranieri che hanno effettuato circa il 70% in più degli arrivi e il 50% in più delle presenze. Sempre rispetto al 2011, la permanenza media resta di circa 3 giorni sia per i turisti nazionali che stranieri seppur con un lieve calo al di sotto dell’1%.

Il movimento dei clienti è stato calcolato al 2011 come primo anno d’analisi per la mancanza dei dati sul flusso turistico esclusivamente sui Bed & Breakfast al 2007.

Indicatori dell’offerta turistica

La ricettività degli esercizi di Bed & Breakfast più alta nel 2014, si è verificata in Valle d’Aosta e in Sardegna, in cui il numero di posti letto messi a disposizione per ogni cento abitanti si è aggirato intorno ai 0,60, così come nel 2007, primo anno d’analisi, dove per la Sardegna il tasso ricettivo è stato di 0,40 letti, mentre per la Valle d’Aosta di 0,33.

Inoltre, il tasso di funzione ricettiva in base all’estensione territoriale, ha assunto il valore più alto in Valle d’Aosta sia nel 2014, con lo 0,1953 che nel 2007 con lo 0,1020 dei posti letto ogni 100.000 abitanti.

Tabella 8. Distribuzione per regione della popolazione media (valori assoluti); della superficie (in Kmq); del tasso di funzione ricettiva semplice (valori per 100) e composto (valori per 100.000) dei Bed & Breakfast. Anni 2007 e 2014

REGIONI Popolazione media 2007 Popolazione media 2014 Superficie (kmq) 2007 2014
Tasso di funzione ricettiva dei Bed & Breakfast
Semplice (x 100) Composto (x 100.000) Semplice (x 100) Composto (x 100.000)
Piemonte 4.377.047 4.430.633 25.387,07 0,10 0,0038 0,17 0,0067
Valle d'Aosta 125.396 128.445 3.260,90 0,33 0,1020 0,64 0,1953
Lombardia 9.593.924 9.988.006 23.863,65 0,04 0,0015 0,10 0,0043
Trentino Alto Adige 1.000.985 1.053.943 13.605,50 0,08 0,0055 0,17 0,0126
Veneto 4.802.947 4.927.207 18.407,42 0,18 0,0096 0,30 0,0163
Friuli Venezia Giulia 1.217.332 1.228.243 7.862,30 0,12 0,0158 0,23 0,0296
Liguria 1.608.850 1.587.601 5.416,21 0,21 0,0385 0,25 0,0456
Emilia Romagna 4.249.533 4.448.431 22.452,78 0,12 0,0052 0,20 0,0089
Toscana 3.657.630 3.751.583 22.987,04 0,01 0,0005 0,00 0,0000
Umbria 878.709 895.752 8.464,33 0,31 0,0363 0,44 0,0524
Marche 1.544.581 1.551.967 9.401,38 0,31 0,0328 0,51 0,0543
Lazio 5.527.163 5.881.438 17.232,29 0,21 0,0120 0,28 0,0163
Abruzzo 1.316.892 1.332.757 10.831,84 0,15 0,0139 0,38 0,0348
Molise 320.456 314.037 4.460,65 0,05 0,0121 0,20 0,0445
Campania 5.800.789 5.865.747 13.670,95 0,04 0,0033 0,15 0,0109
Puglia 4.073.208 4.090.186 19.540,90 0,19 0,0099 0,50 0,0254
Basilicata 591.170 577.505 10.073,32 0,08 0,0075 0,23 0,0228
Calabria 2.002.880 1.978.582 15.221,90 0,11 0,0070 0,33 0,0218
Sicilia 5.023.272 5.093.509 25.832,39 0,17 0,0064 0,31 0,0119
Sardegna 1.662.530 1.663.573 24.100,02 0,40 0,0165 0,62 0,0256
ITALIA 59.375.289 60.789.140 302.072,84 0,13 0,0004 0,24 0,0008

Fonte: demo.istat.it/ - Download al 21/03/2016