You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español
Robert Capa lotre la guerra

Robert Capa lotre la guerra

  • Abano Terme
  • 15 gen 2022 / 5 mar 2022
  • Dove: Villa Bassi Rathgeb - Abano Terme (PD)
  • Mostre Fotografiche

C’è Henri Matisse nel suo studio di Nizza, e c’è Pablo Picasso, sulla spiaggia francese di Golfe-Juan, mentre regge un ombrellone sopra la testa di Françoise Gilot.

E poi Robert Capa che posa per Ruth Orkin, accanto alla schiera di attrici, da Gina Lollobrigida ad Anna Magnani, Silvana Mangano e Doris Dowling sui grandi set del cinema senza tempo.

Il “miglior fotoreporter di guerra del mondo”, come lo definì nel 1938 la prestigiosa rivista inglese Picture Post, distolse talvolta l’obiettivo dalla guerra per puntarlo verso personaggi come Picasso, Hemingway e Matisse, e verso il cinema, sul set di film come Notorius di Alfred Hitchcock, dove Capa si cimenta per la prima volta in veste di fotografo di scena. Il progetto espositivo a Villa Bassi Rathgeb, a cura di Marco Minuz, prodotto e organizzato da Suazes con il supporto organizzativo di Coopculture, esplora attraverso un centinaio di fotografie parti del lavoro ancora poco conosciute di questo celebre fotografo.

“Non c’è dubbio - riconosce Marco Minuz - che l’esperienza bellica sia stata al centro della sua attività di fotografo: la guerra civile spagnola, la resistenza cinese di fronte all’invasione del Giappone, la seconda guerra mondiale e quella francese in Indocina, durante il quale morì, ucciso da una mina antiuomo, a soli 40 anni.

Acquisì, in queste azioni, una fama che gli permise di pubblicare nelle più importanti riviste internazionali, fra le quali Life e Picture Post, con quello stile di fotografare potente e toccante allo stesso tempo, senza alcuna retorica e con un’urgenza tale da spingersi a scattare a pochi metri dai campi di battaglia, fin dentro il cuore dei conflitti".

Così nell’arco di pochi anni Capa si confronta con personalità del calibro di Humphrey Bogart e John Houston, immortala la bellezza di Gina Lollobrigida e l’intensità di Anna Magnani, fino a puntare l’obiettivo ai maestri del neorealismo.

La sezione dedicata alla collaborazione tra lo scrittore americano John Steinbeck e Robert Capa, che darà avvio al progetto “Diario russo”, completa il percorso espositivo. Nel 1947 i due decisero di partire insieme per un viaggio nell’Unione Sovietica.

Le pagine del diario e le fotografie che descrivono la vita a Mosca, Kiev, Stalingrado e nella Georgia, salutato dal New York Times come “un libro magnifico”, sono uno straordinario, onesto resoconto sulla vita quotidiana di un popolo che non poteva essere più lontano dall’American way of life. La serie di fotografie realizzate in Francia nel 1938 ci riporta al Tour de France di quell’anno, dove l’attenzione del fotografo privilegia il pubblico rispetto alle gesta degli atleti.

Un’altra sezione è dedicata alla nascita dello Stato d’Israele dove Capa, ungherese di origine ebraica, emigrato in Germania e poi in Francia e negli Stati Uniti, fondatore dell’agenzia Magnum Photos, era approdato per documentare la prima guerra arabo-israeliana del 1948. A pochi anni dalla Shoah, mentre la vita riprende nonostante le violenze ancora in corso, l’obiettivo di Capa documenta le fasi iniziali della costituzione del nuovo Stato.

Inserito da: Redazione di bed-and-breakfast.it | Segnala un evento

Dove dormire a Abano Terme