You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti vicino a me
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori Inserisci la tua struttura
Italiano English Français Deutsch Español
Le plaisir de vivre

Le plaisir de vivre

  • Bologna
  • 5 feb 2021 / 12 set 2021
  • Dove: Museo Civico D’Arte Industriale E Galleria Davia Bargellini - Bologna (BO)
  • Arte
  • Sito web


Mostra dedicata al Settecento veneziano, frutto di una collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia: si tratta di Le plaisir de vivre. Arte e moda del Settecento veneziano dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, rassegna che, tra fruscii di sete e filati preziosi, fogge e accessori dalla infinita gamma cromatica, sontuosi arredi dai bagliori dorati, inchini leggiadri tra dame agghindate e gentiluomini in spadino, intende approfondire l’incontro tra due delle più raffinate civiltà estetiche del Settecento italiano, da un lato quella bolognese e dall’altra quella veneziana.



La mostra, curata da Mark Gregory D’Apuzzo, Massimo Medica e Chiara Squarcina, costituisce l’apice conclusivo delle celebrazioni che nel 2020 hanno accompagnato il centenario del Museo Davia Bargellini e l’omaggio al suo fondatore Francesco Malaguzzi Valeri, che il 30 maggio 1920 lo inaugurò all’interno del senatorio Palazzo Bargellini nel corso del suo incarico come Direttore della Pinacoteca di Bologna e Soprintendente alle Gallerie di Bologna e della Romagna. Dal principio ispiratore dell’“ambientazione” che lo guidò nel concepire l’allestimento del museo, ovvero dell’idea di ricreare l’atmosfera del fastoso Settecento con le sue eccellenze nel campo delle arti applicate (oggetti, mobili, quadri legati alle abitudini di vita di cavalieri e dame) i curatori hanno scelto di sviluppare il percorso della mostra, muovendo dalla presenza nel patrimonio del museo di numerose testimonianze frutto dell’abilità di artigiani, ebanisti e vetrai operanti nelle botteghe veneziane del XVIII secolo (console, cornici, mobili, servizi da tavola in vetro di Murano, e poi ancora pezzi provenienti dalle collezioni tessili e di abiti antichi del Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume annesso al Museo di Palazzo Mocenigo di Venezia).


Inserito da: Redazione di bed-and-breakfast.it | Segnala un evento

Dove dormire a Bologna