You are viewing the website in Italian. Switch to English.
Dove vuoi andare?
Ospiti e camere
...
IT | Cambia lingua Preferiti Vicino a me Inserisci la tua struttura
Regioni Località turistiche Punti d'interesse Offerte Last Minute
B&B Day
primo weekend di marzo
Settimana del Baratto
terza settimana di novembre
BarattoBB
baratto tutto l'anno in B&B
BB25
25 Euro tutto l'anno
B&B Card
richiedila gratis
Come aprire un B&B Mondo B&B Blog Magazine Turismo Speciali Eventi Fiere Punti d'interesse Suggerisci un evento Suggerisci un punto d'interesse Tesi universitarie sul B&B
(Guadagna 100 Euro)
Scopri i B&B migliori B&B Europa
FAQ e contatti Note legali, Cookie Policy, Privacy Area Riservata Gestori
Italiano English Français Deutsch Español
Antonella De Nisco,  Spazi Alterati

Antonella De Nisco, Spazi Alterati

  • Carpi
  • 15 giu 2017 / 30 ago 2017
  • Dove: Parco Pubblico Di Via Veronese - Carpi (MO)
  • Arte

 

intervento di land art realizzato dall’artista Antonella De Nisco con gli studenti del Liceo Scientifico “Manfredo Fanti” di Carpi. Curato da Maria Antonietta Poy e Pietro Parretta, il progetto sarà fruibile per tutto il periodo estivo nel Parco Pubblico di via Veronese. Inaugurazione: martedì 6 giugno, ore 13.00, con Alterazioni poetiche di Francesco Gelati e performance musicali di Susanna Barletta, Antonella Esposito, Ilaria Vignoni (clarinetto) e Cecilia Vezzani (flauto traverso).
 
Il progetto “Spazi Alterati” consiste nell’intervento di valorizzazione del giardino pubblico di via Veronese a Carpi (MO), luogo marginale del territorio comunale che verrà rivitalizzato attraverso una installazione collettiva di land art realizzata da Antonella De Nisco e dagli studenti del Liceo “Manfredo Fanti”. L’artista, specializzata in installazioni di arte ambientale attraverso l’uso di materiali naturali, come intrecci di rami, foglie e altri elementi naturali e di recupero, crea modificazioni della percezione dello spazio attraverso l’invenzione di molteplici punti di vista, luoghi in cui sostare, guardare, riposare e riflettere.
 
Nel caso di “Spazi Alterati”, Antonella De Nisco propone appunto delle “alterazioni” intrecciate nello spazio del parco, quasi delle protesi, frutti impossibili, orecchie, imbuti, aperture che inquadrano il territorio. Gli interventi realizzati con midollino e altri materiali naturali tessuti e realizzati ad intreccio insieme ai ragazzi diventando anche degli “ascolti” da sospendere, in altro tra i rami degli alberi. L’installazione simbolica e temporanea indicherà ai fruitori del parco il silenzio, l’osservazione in una “alterazione sensibile della natura” in una sorta di dialogo capace di evocare nuovi spazi visivi e riflessioni sul rapporto che ci lega ad essa. Anche un piccolo spazio di natura dentro ad una città è fatto di silenzi, sussurri, memorie osservazioni, dobbiamo fermarci e sospendere, per qualche tempo, questa vita distratta, proiettata verso la corsa, che ci fa dimenticare la nostra stessa presenza nello spazio che ci circonda.
 
Antonella De Nisco vive a Reggio Emilia. Artista e docente di storia dell’arte, affianca alla pluriennale attività espositiva la realizzazione di progetti, installazioni site-specific, eventi e lezioni. Insieme a Giorgio Teggi ha ideato il LAAI, Laboratorio di Arte Ambientale Itinerante, con il quale realizza, insieme a gruppi di cittadini, installazioni territoriali intrecciate, tessute, assemblate. È autrice di articoli e ricerche sulla formazione e la didattica dell’arte. Raccoglie le sue esperienze artistiche nella serie di pubblicazioni tascabili “Collane di Plastica”.
Inserito da: Redazione di bed-and-breakfast.it | Segnala un evento

Dove dormire a Carpi