Home > Magazine Blog Turismo > Sagra del Mandorlo in fiore e Festival Internazionale del Folklore: ad Agrigento un mese di appuntamenti
Sagra del Mandorlo in fiore e Festival Internazionale del Folklore: ad Agrigento un mese di appuntamenti

Sagra del Mandorlo in fiore e Festival Internazionale del Folklore: ad Agrigento un mese di appuntamenti

Pubblicato il
10 febbraio
Categoria
Festival

Sarà distribuita in un mese di festeggiamenti e celebrazioni la famosa Sagra del Mandorlo in fiore di Agrigento giunta alla 71^ Edizione alla quale si affianca il 61° Festival Internazionale del Folklore.

In Sicilia è già primavera e la fioritura dei mandorli è esplosa pochi giorni fa con rami gonfi di delicati petali dal bianco al rosa che volteggiano nell'aria non appena si alza il vento. La Sagra del Mandorlo in fiore, albero del quale è ricca l'isola e la superba Valle dei Templi di Agrigento, nasce nel 1934 per festeggiare la primavera che qui anticipa il suo arrivo grazie alla stupefacente fioritura del mandorlo e per celebrare anche le tradizioni a tavola grazie ai piatti a base di mandorla che caratterizzano parte della cucina tipica siciliana.

È Omero  a raccontare la storia d'amore tra Acamante e Fillide, quest'ultima trasformata in un albero di mandorlo dalla dea Atena. Acamante, figlio di Teseo, era partito per la guerra di Troia. Durante i dieci anni di guerra Fillide, principessa Tracia, non smise di aspettare il suo amato e terminata la guerra attese con ansia il suo ritorno. Tra i superstiti che tornavano in patria Acamante non c'era, Fillide pensando che fosse morto si consumò per il dolore e morì. Acamante era stato però trattenuto più a lungo fuori dalla sua città a causa di una avaria della nave e quando finalmente fece rientro seppe della morte di Fillide e della sua trasformazione in mandorlo. Andò immediatamente a cercarla e l'abbracciò con amore. Grazie all'abbraccio di Acamante i rami, spogli, fiorirono ricoprendosi di fiori.

La leggenda ispira la nascita della Sagra del mandorlo di Agrigento che, dopo i primi 10 anni dell'evento, si arricchisce con l'organizzazione del Festival Internazionale del Folklore come un intenso momento di incontro e confronto tra popoli provenienti da diverse nazioni a partire dalle tradizioni folkloristiche per portare unmessaggio di pace, fratellanza e concordia.

La formula 2016 scelta per la Sagra del Mandorlo è diversa rispetto a quella delle passate edizione: dilata infatti i tempi in 4 weekend (dal 12 febbraio al 6 marzo) per concludersi con il Festival Internazionale del Folklore dal 7 al 13 marzo. Il programma dei quattro weekend prevede le esibizioni di gruppi agrigentini e siciliani, momenti di street food, cortei delle bande musicali, sfilate dedicate ai carretti siciliani e un festival di musica: WineMusicEtnoFest. Non mancano naturalmente i laboratori enogastronomici e i weekend in piazza con Slow Food e con gli Ambasciatori del territorio.

Come vuole la tradizione, i gruppi folk e le bande musicali dei Paesi Ospiti, sfileranno per le vie principali di Agrigento, improvvisando balli e canti, parteciperanno all’accensione del Tripode dell’amicizia, scambieranno i doni augurali e saranno protagonisti degli spettacoli (giovedì, venerdì e sabato) nel magnifico teatro dedicato a Luigi Pirandello (drammaturgo, agrigentino, Premio Nobel per la Letteratura nel 1934). La manifestazione si concluderà nella Valle dei Templi con la scelta e la premiazione dei gruppi che avranno realizzato le migliori performance. Il Direttore artistico del festival del Folklore è Francesco Bellomo e vi parteciperanno gruppi folk provenienti da: Brasile, Colombia, Grecia, Messico, Polonia, Romania, Slovacchia, Spagna, Tailandia, Turchia.

Alcune polemiche ha scatenato la presenza ad Agrigento, in occasione della Sagra del Mandorlo in Fiore, di un ospite speciale. Il Ministro Angelino Alfano ha infatto disposto di trasferiere ad Agrigento, sua cittttà natale, la statua di Gianlorenzo Bernini Salvator Mundi. L'opera si potrà ammirare all'interno della Chiesa di Santo Spirito: si tratta dell'ultima opera realizzata dal maestro, sintesi perfetta della sua opera e testamento spirituale, proveniente dalla Basilica di San Sebastiano fuori le mura di Roma. La data dell apertura dell'esposizione è fissata per la mattina del 20 febbraio. L'opera sarà visitabile gratuitamente fino ai primi del mese di aprile.

Per il programma completo consulta il sito: 

71^ EDIZIONE DELLA SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE DI AGRIGENTO

Dove dormire a Agrigento

Una vacanza in Bed and Breakfast è il modo più intimo e confortevole per conoscere l'Italia
(Vedi lo Spot Video del B&B) - È possibile che fra gli iscritti al portale www.bed-and-breakfast.it ci siano strutture che non sono dei bed & breakfast puri (affittacamere, locande, agriturismo, case vacanza, affitti turistici, family hotel). Se, infatti, i limiti legislativi del b&b sono chiari, molte persone amano viaggiare in strutture gestite familiarmente anche se queste non possono, legislativamente parlando, fregiarsi del titolo di b&b. Per ogni struttura è indicata la tipologia che, se cliccata, indica esattamente quali sono le sue caratteristiche.
Realizzazione: Studio Scivoletto - P.Iva 01194800882
L'utilizzo di questo sito implica la lettura e l'accettazione delle nostre Note Legali e Informativa sulla Privacy
Aggiungi il tuo B&B
Scarica la nostra app per smartphone:
Appstore Android