Home > Magazine Blog Turismo > Di là del Faro. A Palermo in mostra il paesaggio siciliano
Di là del Faro. A Palermo in mostra il paesaggio siciliano

Di là del Faro. A Palermo in mostra il paesaggio siciliano

Pubblicato il
12 ottobre 2014
Categoria
Mostre

Di là del faro è il titolo della mostra che Palermo dedica alla pittura di paesaggio dell'Ottocento siciliano.

Inaugurata l'8 ottobre nelle sale di Villa Zito, sede del Banco di Sicilia, rimesse a nuovo per l'occasione, l'esposizione presenta 100 opere di artisti siciliani o stabilmente attivi in Sicilia e copre un arco temporale che va dalla costituzione del Regno delle due Sicilie sino alla vigilia della Prima Guerra Mondiale.

C'è tutta la Sicilia, quella delle saline e quella del vulcano, quella delle trazzere polverose e quella degli specchi di mare, quella colta e classica e quella pastorale e contadina: un excursus pittorico dai caratteri originali ed omogenei attraverso il quale emerge l'Isola, la sua identità, la bellezza aspra, delicata, genuina.

Fortemente voluta dalla Fondazione Terzo Pilastro Italia-Mediterraneo presieduta da F.M.E. Emmanuele, ospitata dal Banco di Sicilia e organizzata da Civita Sicilia la mostra, curata da Sergio Troisi e Paolo Nifosì, vuole valorizzare la cultura siciliana inserendo il genere paesaggistico all'interno di un contesto di gusto europeo, di una sensibilità moderna a cavallo tra Romanticismo e Positivismo

Un secolo, l'Ottocento, durante il quale gli artisti siciliani, partendo inizialmente dai topoi figurativi della cultura neoclassica e del primo Romanticismo, mettono progressivamente a fuoco una modalità immaginativa del paesaggio che, pur nel legame profondo con i modi della pittura europea, è tuttavia satura della percezione consapevole della natura e della storia siciliane, cosi come avveniva contemporaneamente in altri ambiti, primo tra tutti quello storiografico. Alla costruzione ideologica e valoriale del paesaggio siciliano concorrono infatti diverse voci, anche contraddittorie: l'esaltazione di una coscienza nazionale di stampo romantico; il fitto scambio linguistico con la geografia artistica nazionale e internazionale, anche grazie al moderno sistema di mostre che mette in rete, soprattutto dopo l'Unità, Roma, Firenze, Napoli, Torino, Milano ma anche Parigi, Vienna e Monaco; l'attività degli ateliers fotografici; la grande stagione della letteratura siciliana di Verga, Capuana, De Roberto e, infine, Pirandello. Sono proprio questi ultimi, gli scrittori siciliani, ad accompagnare il visitatore in mostra attraverso pannelli con frasi tratte dalle loro opere. Il percorso si articola in sei aree tematiche che presentano i luoghi che la pittura ottocentesca siciliana predilige, con particolare attenzione al paesaggio costiero e a quello interno. Ad esse si affiancano una sezione dedicata ai disegni con un corpus proveniente dalla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis e una dedicata alla fotografia con opere della Fondazione Alinari e di collezioni private.

L'esposizione presenta e valorizza, per la prima volta, anche i pittori attivi nella Sicilia Orientale insieme a quelli più noti operanti nella parte occidentale dell'Isola. Un tributo importante e corposo a ciò che avveniva, artisticamente e culturalmente, “di là del faro”. Molti i prestiti eccellenti tra i quali l'opera scelta per il manifesto della mostra proveniente dalla Segreteria per la Presidenza della Repubblica L'arrivo inatteso di Francesco Lojacono, L'ospizio marino dello stesso autore proveniente dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna o la Conca d'Oro di Ettore de Maria Bergler proveniente da Cà Pesaro di Venezia. Rappresentati inoltre,con opere provenienti sia da collezioni pubbliche che private: Giuseppe Patania, Tommaso Riolo, Francesco Zerilli, Giuseppe Sciuti, Antonino Leto, Michele Catti. Esposti anche numerosi dipinti da poco rinvenuti nel mercato antiquario come Tramonto sulla costa e Le guardianelle di Francesco Scarpinato.

Titolo: Di là del faro. Paesaggi e pittori siciliani dell’Ottocento

Palermo, Villa Zito, Via Libertà 52 – Periodo 9 ottobre 2014/9 gennaio 2015

Orari di apertura: martedì – domenica ore 10 – 13, 16-20. Lunedì chiuso

Ingresso gratuito

Info tel. 091.8887767

www.mostradiladelfaro.it

Dove dormire a Palermo

Una vacanza in Bed and Breakfast è il modo più intimo e confortevole per conoscere l'Italia
(Vedi lo Spot Video del B&B) - È possibile che fra gli iscritti al portale www.bed-and-breakfast.it ci siano strutture che non sono dei bed & breakfast puri (affittacamere, locande, agriturismo, case vacanza, affitti turistici, family hotel). Se, infatti, i limiti legislativi del b&b sono chiari, molte persone amano viaggiare in strutture gestite familiarmente anche se queste non possono, legislativamente parlando, fregiarsi del titolo di b&b. Per ogni struttura è indicata la tipologia che, se cliccata, indica esattamente quali sono le sue caratteristiche.
Realizzazione: Studio Scivoletto - P.Iva 01194800882
L'utilizzo di questo sito implica la lettura e l'accettazione delle nostre Note Legali e Informativa sulla Privacy
Aggiungi il tuo B&B
Scarica la nostra app per smartphone:
Appstore Android